News   24/05/2016

Alfa Romeo regina della Mille Miglia 2016

 

Tre preziose vetture Alfa Romeo nei primi 5 posti della corsa su strada più celebre di ogni tempo. Tra queste la 6C 1750 Gran Sport del 1930, il leggendario modello che vinse l’edizione del 1930 con Tazio Nuvolari e Giovanni Battista Guidotti. Arrivano sempre dal Museo Storico Alfa Romeo di Arese le altre due vetture ufficiali del Biscione: la 1900 Sport Spider del 1954 e la 1900 Super Sprint del 1956. Alla gara anche una Lancia Ardea del 1939, con a bordo l’attrice Kasia Smutniak, e due spider Fiat: la 508 Balilla Coppa d'Oro (1934) e la 1100 TV Trasformabile (1955). Hanno accompagnato queste rarità le ultime novità di attuale produzione: dall’Alfa Romeo Giulia alla Nuova Giulietta, dalla serie speciale Lancia Ypsilon Mya alla nuova Fiat 124 Spider.

Si è conclusa il 22 maggio scorso, sul traguardo di viale Venezia a Brescia, la 34sima rievocazione della Freccia Rossa, “il più bel museo viaggiante al mondo" secondo la celebre definizione di Enzo Ferrari. Protagoniste assolute le vetture storiche Alfa Romeo: prima un’Alfa Romeo 6C 1750 GS Zagato del 1931, seguita subito dopo da un’Alfa Romeo 6C 1500 Gran Sport del 1933 e al quinto posto un’altra 6C 1750 Gran Sport Zagato del 1930 appartenente al Museo Storico Alfa Romeo di Arese. Un trionfo, quindi, per il modello 6C 1750 Gran Sport che vinse l’edizione della gara bresciana nel 1930, con l’equipaggio Tazio Nuvolari e Giovanni Battista Guidotti. Oltre al mito del "sorpasso a fari spenti", quella gara vide il pilota mantovano conquistare il record dei 100 km/h di velocità media su tutto il percorso. Fu una delle undici vittorie conquistate dal marchio Alfa Romeo tra il 1927 e il 1957 quando si correva la Mille Miglia agonistica: un record che non potrà mai essere battuto. Una gara dal sapore antico – di cui Alfa Romeo è “Automotive Sponsor” – che ancora oggi emoziona piloti e appassionati di tutto il mondo.

E il mitico percorso è stato brillantemente concluso d’altri preziosi esemplari appartenenti alla collezione di FCA Heritage, la nuova struttura che coordina tutte le azioni dell'azienda nel mondo dell'automobilismo storico. A iniziare dalle altre due vetture ufficiali del Biscione: la 1900 Sport Spider del 1954 e la 1900 Super Sprint del 1956, anch’esse provenienti dal rinnovato Museo Storico Alfa Romeo di Arese, denominato "La macchina del tempo” (www.museoalfaromeo.com). Hanno tagliato il traguardo anche due spider Fiat di grande fascino e storia - la 508S del 1934, conosciuta come “Balilla Coppa d’Oro”, e la 1100 TV Trasformabile del 1955 – e una preziosa Lancia Ardea del 1939, berlina della prima serie, con a bordo la famosa attrice Kasia Smutniak.

Ad accompagnare queste rarità automobilistiche le ultime novità FCA, all’insegna di quell’indissolubile legame tra icone del passato e vetture di attuale produzione. In particolare, la nuova Alfa Romeo Giulia ha svolto il prestigioso compito di apripista della manifestazione mentre una flotta della Nuova Giulietta è stata messa a disposizione dell’organizzazione. Infine, sulle strade della Mille Miglia 2016 anche la nuova serie speciale Lancia Ypsilon Mya e la nuova Fiat 124 Spider.